C-UAS Counter Drone Equipment since 2014

Le carceri investono molti soldi in rilevatori di droni

Articolo tratto dalla “Neue Luzerner Zeitung” del 10 settembre 2016 con menzione di Koller Engineering:

[gview file=”https://www.koller.engineering/wp-content/uploads/2016/09/Gefängnisse-investieren-viel-Geld-in-Drohnen-Abwehr.pdf”]

Le carceri investono molti soldi in rilevatori di droni

CONTRABBANDO ⋅ Di volta in volta, i piloti di droni cercano di far volare oggetti nelle prigioni. Le persone reagiscono in modo diverso nelle carceri della Svizzera centrale.

I droni sono piccoli aerei telecomandati. Sono utilizzati per l’acquisizione e la misurazione delle immagini. Tuttavia, i droni vengono utilizzati anche come velivoli da trasporto illegali, ad esempio per trasportare merci di contrabbando nelle prigioni. È quello che è successo nella prigione di Bostadel a Menzingen due anni fa, quando un pilota di droni ha cercato di introdurre di nascosto un telefono cellulare in prigione. Solo di recente sono stati registrati anche due droni nell’impianto di Pöschwies nel cantone di Zurigo.

Bostadel investe 180.000 franchi

Nessun altro incidente è stato registrato dopo l’attentato al Bostadel, dice Andreas Gigon, direttore della prigione di Bostadel. Tuttavia, prende misure: “Stiamo progettando un sistema di rilevamento. Questo dovrebbe rilevare i droni in una fase iniziale in modo da poterli localizzare nella prigione se si schiantano o cadono. ” Non è noto quando il sistema verrà utilizzato per la prima volta. “Stiamo attualmente valutando quale sia il rilevatore di droni ottimale”. Una cosa è certa: questa misura di sicurezza costa circa 180.000 franchi. Al carcere di Grosshof a Kriens, invece, non sono ancora necessari rilevatori di droni. Finora non si sono verificati incidenti con droni, afferma Erwin Rast, portavoce del dipartimento di giustizia e sicurezza del cantone di Lucerna. Non sono quindi previste misure corrispondenti. Tuttavia, vengono seguite le esperienze di altri cantoni e gli sviluppi tecnici. Tuttavia: “A nostro avviso, il rapporto costi-benefici è attualmente sproporzionato”, spiega Rast.

bostadel
Una foto d’archivio dell’istituto Bostadel a Menzingen. Presto verranno investiti molti soldi per la difesa dai droni. (Stefan Kaiser (Neue ZZ))

I droni evitano la prigione di Zugo

La situazione è diversa nei cantoni di Zugo e Nidvaldo. La prigione di Zugo non è a conoscenza di voli non autorizzati di droni sull’area della prigione, dice Toni Amrein, capo della prigione. Identifica anche le ragioni di ciò: “La maggior parte dei detenuti sta scontando una breve pena detentiva di un massimo di un anno qui. La motivazione per rischiare un tale contrabbando sarà probabilmente piuttosto piccola con una breve condanna “. Inoltre, la prigione è “ben posizionata” quando si tratta di voli con droni, dice Amrein. L’area è circondata da alti blocchi di appartamenti. “Nelle aree densamente edificate, aumenta il rischio che il drone possa schiantarsi o colpire un muro di casa”.

Tuttavia, il carcere sta attualmente esaminando misure strutturali. Amrein spiega: “Vogliamo ottimizzare la protezione dalla rimessa in gioco”. Il muro che circonda la prigione è alto solo circa sei metri. Accade raramente che gli oggetti vengano lanciati oltre il muro. “Tuttavia, l’area è tecnicamente monitorata e controllata dal personale a intervalli regolari”. Nella custodia cautelare e nel carcere penale di Stans, il capo André Zbinden non è a conoscenza dei voli dei droni sull’area della prigione. “Non posso escluderlo neanche”, ammette. Attualmente – il carcere di Lenzburg è in carica – sono in corso valutazioni di possibili misure contro i voli dei droni, come afferma Zbinden. “Stiamo guardando lo sviluppo con entusiasmo”. Se un giorno ci sarà una buona soluzione alla portata di Stans, “ci interessa e vorremmo esaminare misure adeguate”.

Apparecchiature di rilevamento boom

L’azienda di due uomini Koller Engineering di Nottwil sviluppa rilevatori di droni oltre ai droni. Amministratore delegato e ingegnere meccanico Andreas Koller afferma: “Il numero di richieste di dispositivi di rilevamento dei droni è attualmente in aumento”. Ogni settimana sono state ricevute diverse richieste. Le carceri o le aziende che hanno un maggiore bisogno di protezione sono particolarmente interessate a tali dispositivi. Kollers Il sistema di rilevamento riconosce i droni tramite l’acustica. Spiega: “I sensori monitorano il rumore ambientale e registrano frammenti di suono quando viene rilevato un drone”.

Per quanto sofisticato sia questo sistema, la tecnologia dei droni si sta sviluppando rumorosamente Rabbia veloce. “I dispositivi di rilevamento devono essere sempre aggiornati.”

Fonte: Neue Luzerner Zeitung, Yasmin Kunz, 10 settembre 2016